CALDEROLI (LEGA) - SOLIDARIETÀ E PREOCCUPAZIONE PER MINACCE RICEVUTE DA SOUAD SBAI DA IMAM EL ALLAM CHE INVOCA LA DISTRUZIONE DELLA SANTA SEDE E DI ISRAELE 

16 MAG - Esprimo tutta la mia solidarietà e vicinanza all’amica Souad Sbai per le minacce di morte a ricevute dall’imam Boutcha El Allam, detenuto nel carcere di Alessandria, personaggio pericoloso che nei suoi sermoni invocava la distruzione della Santa Sede e dello stato di Israele vaneggiando dell’avvento di un nuovo Hitler e di nuova Shoah.

Intanto spiace registrare il silenzio della sinistra su questo tipo di personaggi, di invasati, che vorrebbero una guerra santa, che predicano a casa nostra l’odio e la violenza.

Ma oltre alla vicinanza esprimo anche seria preoccupazione per Souad Sbai che a mio parere rischia moltissimo, essendo un simbolo, una donna che parla a testa alta e con la schiena dritta: auspico che chi di dovere faccia tutto il necessario per garantirle la doverosa sicurezza, anche con una scorta permanente.

Perché ho paura che i sermoni di questo imam criminale, che il suo seme dell’odio, possa attecchire e far crescere dell’erba cattiva nella testa di qualche fanatico...

Stiamo attenti, non sottovalutiamo queste minacce.

Lo afferma il sen. Roberto Calderoli, vice presidente del Senato

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 17 maggio 2021 alle 07:10
Autore: Redazione PN
Vedi letture
Print