Tony Chung, 19enne attivista per la democrazia di Hong Kong dopo l'entrata in vigore da parte di Pechino sulle nuove leggi sulla sicurezza nazionale, è stato arrestato di fronte al consolato Usa della Città Stato, poco prima di chiedere asilo. Portato in tribunale, è stato accusato di riciclaggio di denaro e cospirazione con la pubblicazione di materiare sedizioso.

Sezione: Politica estera / Data: Gio 29 ottobre 2020 alle 09:20
Autore: Giovanni Spinazzola
Vedi letture
Print