"Non si può morire così, è inaccettabile. La giovane vita di Luana D’Orazio, 22 anni, è stata spezzata dal lavoro. Un’altra, quella del suo bambino, strappata all’amore di sua madre. È un dolore enorme. Le morti sul lavoro assumono la dimensione di una strage. Bisogna ancora interrogarsi seriamente sul perché la sicurezza non funziona. Alla famiglia di Luana e alle persone a lei più care tutta la mia vicinanza". Con queste parole Elena Bonetti, ministra per le Pari Opportunità, commenta su Facebook la morte della giovane Luana.

Sezione: Altre Notizie / Data: Mar 04 maggio 2021 alle 22:40
Autore: Veronica Mandalà / Twitter: @very_mandi
Vedi letture
Print