“Conte non si è mai candidato e non ha mai richiesto il voto degli elettori, evidentemente anche in questo caso ha preferito non esporsi”. Lo ha dichiarato in un’intervista a iNews24 il deputato della Lega, Antonio Zennaro, che ha poi proseguito: “L’aspetto più interessante è che a sinistra parlano solo di poltrone e non di problemi concreti. Probabilmente Conte ha valutato che non avrebbe avuto i consensi per ottenere quel seggio, vista anche la possibile candidatura di Calenda”. Sull’ipotesi che Italia Viva possa entrare a far parte del centrodestra, Zennaro ha commentato: “Diciamo che soprattutto in ambito economico Italia viva ha una sensibilità diversa rispetto al centrosinistra, ma è anche vero che in più occasioni Renzi ha attaccato molto duramente la Lega, Fdi e il centrodestra in generale”. Sulle dichiarazioni del ministro Di Maio, che ad Atreju aveva dichiarato di fidarsi più di Giorgia Meloni che di Matteo Salvini, l’esponente del Carroccio ha spiegato: “Il centrodestra è unito e compatto in quasi tutte le regioni italiane e in più di duemila amministrazioni a livello territoriale. Il resto serve solo ad alimentare delle sterili polemiche e francamente non ci interessa farlo. Definirei quella di Di Maio un’uscita decisamente fuori luogo, tutto qui”. Sullo sciopero generale proclamato da Cgil e Uil, Zennaro ha poi concluso: “Abbiamo ancora moltissimi lavoratori, imprese, artigiani e commercianti che in questo periodo di pandemia stanno facendo innumerevoli sacrifici per rimanere aperti e la decisione di annunciare uno sciopero può solo creare ulteriori disagi, tutto ciò in un momento in cui invece dovremmo essere tutti uniti per uscire dall’emergenza”

Sezione: Politica locale / Data: Mer 08 dicembre 2021 alle 09:45
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print