"'Guarda cos'è...', le ultime parole del copilota del Dc9 Itavia, secondo una recente ricostruzione. Poi la caduta in mare. La strage di Ustica, a distanza di quarant'anni, resta una ferita aperta per i familiari delle 81 vittime e per tutto il Paese. Non conosciamo ancora i responsabili di quanto accaduto a danno dell'aereo partito da Bologna e diretto a Palermo. E tante sono le domande a cui non è stata trovata risposta, nonostante alcune certezze. Per questo dobbiamo continuare a cercare la verità, con tutti i mezzi che abbiamo". Lo dichiara in una nota il senatore di Leu Pietro Grasso.

Sezione: Politica italiana / Data: Sab 27 giugno 2020 alle 19:30
Autore: Alessandra Stefanelli
Vedi letture
Print