"Dobbiamo tutti raccogliere la sfida del ministro Franceschini affinché l'Italia sia il primo paese europeo che riapre cinema, teatri e musei, perché in sicurezza si può. Ma appunto in sicurezza e nel rispetto delle regole, purché qualche noto leader non ricominci la corsa a 'riaprire tutto'". Così la senatrice triestina Tatjana Rojc commenta la proposta del ministro della Cultura Dario Franceschini, anche alla luce dell'iniziativa dell'Unione nazionale interpreti teatro e audiovisivo (U.n.i.t.a.) che chiede attenzione sui teatri a un anno dalla prima sospensione dell'attività con il pubblico a causa del Covid 19. "C'è molta attesa e molta responsabilità in coloro che vivono e fruiscono della cultura - aggiunge Rojc - e perciò ritengo che la riflessione avviata dal ministro vada nella giusta direzione. La riapertura in totale sicurezza dei luoghi più tradizionali e simbolici della fruizione culturale può rappresentare l'auspicata ripresa di fiducia, indispensabile per uscire dal tunnel della pandemia".

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 22 febbraio 2021 alle 18:30
Autore: Alessandra Stefanelli
Vedi letture
Print