“In Europa non ci capiscono: la crisi politica danneggia la reputazione dell’Italia. Le elezioni anticipate non le vuole nessuno, nemmeno l’opposizione che le chiede con grande timidezza, ma se dovessimo arrivarci in un momento come questo, vorrebbe dire che la politica italiana è veramente stupida”. Lo dice il senatore del Pd Luigi Zanda, in un’intervista a Repubblica.it, in cui sottolinea: “non si è mai vista una crisi politica in una situazione come questa. La distanza dal Paese e dalle necessità e dai bisogni degli italiani è grandissima. E c’è il rischio che la crisi politica non sia capita in Europa con gravi danni per la reputazione dell’Italia”.
“Il Pd – prosegue Luigi Zanda – ha scelto un ruolo politico nobile, ma molto scomodo. Il nostro compito è stato garantire la stabilità della democrazia italiana. Per non dare pieni poteri a Salvini abbiamo fatto nel 2019 un governo con i 5Stelle, che erano i nostri avversari politici, e siamo al governo con Renzi che ha voluto una scissione spaccando il Pd. L’abbiamo fatto per salvare la democrazia italiana. E il nostro obiettivo è di mantenere un rapporto forte con l’Europa che rappresenta la salvezza per il nostro Paese in un momento di crisi economica e sociale e di emergenza sanitaria”.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 13 gennaio 2021 alle 16:00
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print