“Il partitosi Erdogan, AKP, ha presentato un emendamento che mira a modificare l'articolo 41 della Costituzione con l’obiettivo di stabilire che il matrimonio debba consistere solo nell'unione di un uomo e di una donna. Consideriamo questa mossa come una minaccia ai diritti umani e un evidente tentativo di sviare l’attenzione dai reali problemi dei cittadini turchi alle prese con una inflazione alle stelle e una perenne instabilità economica. Chiediamo a tutti i partiti democratici della Turchia di respingere categoricamente questa proposta e di non cedere a mosse demagogiche. Auspichiamo che il Parlamento turco si esprima contro la limitazione della definizione di matrimonio che esclude tantissimi cittadini che devono essere liberi di amare”, così in una nota Fabio Massimo Castaldo, europarlamentare del Movimento 5 Stelle e Vicepresidente dell’Intergruppo LGBTI. 

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 25 gennaio 2023 alle 23:30
Autore: Redazione Milano
vedi letture
Print