“Il governo ci ripensi. Il no alla proroga del Superbonus è un errore e getta nell’incertezza migliaia di famiglie e imprese edili che hanno già iniziato i lavori e che, a questo punto, non sanno se potranno terminarli. L’aumento dei costi dei materiali, che ha causato l’impennata delle risorse impiegate, dipende da fattori esogeni e si è verificato in tutto il mondo e non solo in Italia, è normale dunque che l’impatto finanziario di una misura di successo come questa venga rivisto in corso d’opera. L’efficientamento energetico risponde perfettamente agli obiettivi europei del PNRR. Rinnegarli sarebbe una contraddizione i cui costi pagherebbero gli italiani, le imprese e anche la tutela dell’ambiente visto che, lo ricordiamo ancora una volta, il Superbonus comporta un risparmio energetico e un minor uso di fonti fossili per riscaldare le abitazioni, è quindi un investimento e non una spesa. Noi non ci arrenderemo”, così Tiziana Beghin, capodelegazione del Movimento 5 Stelle al Parlamento europeo, in una nota.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 29 giugno 2022 alle 14:20
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print