"L’industria dei matrimoni e degli eventi privati, con le sue decine di migliaia di aziende e le sue centinaia di migliaia di lavoratori, è una delle più colpite dalla crisi economica dovuta al Coronavirus. Da ormai quattordici mesi è costretta a non lavorare e, a causa del perverso meccanismo dei codici Ateco seguito dal governo Conte, fino ad ora non ha ricevuto i ristori necessari alla sua sopravvivenza. É urgente, perciò, specificare chiaramente che le date delle riaperture delle attività economiche come la ristorazione o l'organizzazione di fiere, debbano estendersi anche al settore dell'organizzazione dei matrimoni, tenuto conto che, a parità di condizioni, i rischi non aumentano certo a seconda della natura dell'evento. Come Lega, insieme ai colleghi Tiziana Nisini e Gian Marco Centinaio ora al governo, ci siamo costantemente confrontati con Federmep e Asso Eventi, sostenendone le legittime richieste e continueremo a farlo. I fondi individuati dal decreto Sostegni, il primo approvato dalla nascita del governo Draghi, sono un iniziale e parziale segnale in questo senso, che la Lega intende rafforzare e a cui dare continuità".

Così i senatori della Lega Luca Briziarelli, Maurizio Campari, Emanuele Pellegrini e Gianfranco Rufa.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 21 aprile 2021 alle 20:10
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print