Se dovesse arrivare in Parlamento il voto sull'utilizzo delle risorse del Mes, Forza Italia voterebbe "certamente a favore, ma solo perché è il bene dell'Italia, perché sarebbe assurdo privare proprio in questo momento, solo per fare due esempi, la sanità della Campania di 2.725 milioni e quella della Puglia di 2.450 milioni. Gli schieramenti, le tattiche politiche, le alleanze non c'entrano. Il voto sul Mes non ha alcun significato di politica interna". Lo ha dichiarato il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi in un'intervista rilasciata oggi al Corriere della sera.
"Sono convinto che le contraddizioni prima o poi si riveleranno insanabili - osserva Berlusconi - e l'inadeguatezza di questo governo di fronte alla drammaticità dei problemi del Paese indurrà i parlamentari o le forze politiche più responsabili a staccare la spina". E poi spiega: "Non sono affatto convinto che un governo di unità nazionale sarebbe una scelta responsabile. La strada più responsabile sarebbe quella di lasciare agli italiani la possibilità di indicare da chi vogliono essere governati. Anche un'altra maggioranza in sintonia con la volontà del Paese, a cui avevo qualche volta accennato, non solo appare a oggi assolutamente improbabile, ma è altresì ritenuta inaccettabile dai nostri alleati". Sulla legge proporzionale con lo sbarramento al 5%, Berlusconi ritiene che "vada salvaguardato il principio maggioritario. E a proposito della sua condanna del 2013, Berlusconi dice che "si tratta dell'unica, infondata condanna basata, come oggi sta emergendo, solo sul pregiudizio politico contro di me. Il fatto è che tutto questo ha cambiato la storia d'Italia, ha ingannato i cittadini, ha danneggiato gravemente non solo Forza Italia ma il diritto degli italiani, anche di quelli di parte avversa, a una rappresentanza democratica. È questo il problema storico sul quale urge fare chiarezza. Chiedo proprio per questo un'inchiesta al massimo livello istituzionale possibile, una commissione parlamentare che nel modo più pubblico e più autorevole faccia chiarezza".

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 08 luglio 2020 alle 10:30
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print