"Oggi vorrei pregare in particolare per la popolazione della regione settentrionale della Nigeria, vittima di violenze e attacchi terroristici", ha detto papa Francesco dopo la recita dell'Angelus. Quindi ha aggiunto: "Seguo con particolare attenzione la situazione delle difficili trattative sulla questione del Nilo tra Egitto, Etiopia e Sudan. Invito tutte le parti a continuare sulla via del dialogo affinché il fiume eterno continui ad essere una linfa di vita che unisce, e non divide, che nutre sempre amicizia, prosperità, fratellanza, e mai inimicizia, incomprensione o conflitto". "Sia il dialogo, cari fratelli dell'Egitto, dell'Etiopia e del Sudan, sia il dialogo la vostra unica scelta per il bene delle vostre care popolazioni e del mondo intero", ha concluso il Pontefice.

Sezione: Politica estera / Data: Sab 15 agosto 2020 alle 15:30
Autore: Rosa Doro
Vedi letture
Print