Era il 9 agosto 1945 quando "Fat Man", l'ordigno atomico sganciato dall'areonautica americana, colpì la città giapponese di Nagasaki. Appena tra giorni prima, il 6 agosto, Hiroshima era stata rasa al suolo, sempre da parte americana, da "Little Boy", la prima bomba atomica e la prima arma di distruzione di massa mai utilizzata in un conflitto. i bombardamenti atomici di Hiroshima e Nagasaki causarono circa 200mila vittime dirette, quasi esclusivamente civili, e altre migliaia di vittime indirette, stroncate dalla tossicità delle sostanze sprigionate dall'esplosione degli ordigni atomici.

Sezione: RicorDATE? / Data: Dom 09 agosto 2020 alle 08:00
Autore: Camilla Galvan
Vedi letture
Print