Il 27 maggio 1999 il Tribunale internazionale dei crimini di guerra dell’Aia incrimina Slobodan Milosevic e altre quattro persone per crimini di guerra e crimini contro l'umanità commessi nel Kosovo. Milosevic, presidente della Serbia dal dal 1989 al 1997 e presidente della Repubblica Federale di Jugoslavia dal 1997 al 2000, fu tra i protagonisti delle Guerre nella ex-Jugoslavia. In particolare fu accusato di crimini contro l’umanità per le operazioni di pulizia etnica dell'esercito jugoslavo contro i musulmani in Croazia, Bosnia ed Erzegovina e Kosovo. Il processo a suo carico presso il Tribunale penale internazionale per l'ex-Jugoslavia (Tpi) si estinse nel 2006 per sopraggiunta morte dello stesso Milosevic prima che venisse emessa la sentenza.

Sezione: RicorDATE? / Data: Mer 27 maggio 2020 alle 08:00
Autore: Alessandra Stefanelli
Vedi letture
Print