Il 24 gennaio 2008 il Governo Prodi II riceve la sfiducia al Senato della Repubblica. Il governo rimase in carica dal 17 maggio 2006 all'8 maggio 2008 per un totale di 722 giorni, ovvero 1 anno, 11 mesi e 21 giorni. Guidato da Romano Prodi e definito con le ultime nomine il 9 giugno 2006, contava al suo interno, oltre al presidente del Consiglio, 26 ministri, 10 viceministri e 66 sottosegretari, per un totale di 103 membri[6] (contro i 24 ministri, 9 viceministri, 63 sottosegretari, oltre al Presidente del consiglio, per un totale di 97 membri, del governo Berlusconi III precedente). Per queste dimensioni superò il Governo Andreotti VII, che era composto da 100 membri.
Tra i membri del governo c'erano sei donne, come già recentemente, nei governi D'Alema I e II. Scelsero di non entrare personalmente nell'esecutivo i Comunisti Italiani, che preferirono contribuire a indicare personalità indipendenti e considerate di alto profilo, capaci di rappresentare in maniera più estesa la coalizione.
Fu sfiduciato al Senato della Repubblica il 24 gennaio 2008 con 156 voti contrari alla sfiducia, 161 favorevoli e 1 astenuto.

Sezione: RicorDATE? / Data: Dom 24 gennaio 2021 alle 00:00
Autore: Alessandra Stefanelli
Vedi letture
Print