Il 16 maggio 2005 è stata rapita in Afghanistan Clementina Cantoni, collaboratrice di CARE International e giurista, esperta in diritto internazionale umanitario. Cantoni fu rapita a Kabul mentre tornava a casa dopo una lezione di yoga cui aveva partecipato nonostante un avviso che sconsigliava agli stranieri di uscire di casa quel giorno, anche perché tali avvisi molto spesso risultavano dei falsi allarmi. Fu rilasciata il pomeriggio del 9 giugno dello stesso anno, dopo ventiquattro giorni di prigionia. I dettagli delle trattative che portarono al rilascio non vennero mai rivelate, ma si presume che ci sia stato uno scambio con la madre del rapitore, che era stata arrestata per sospetto coinvolgimento in un altro sequestro. Il governo afghano negò qualunque trattativa. Il rapimento Cantoni finì in secondo piano sui media rispetto a quelli avvenuti in Iraq, ad esempio quello della giornalista Giuliana Sgrena, rapita nel febbraio dello stesso anno.

Sezione: RicorDATE? / Data: Sab 16 maggio 2020 alle 08:00
Autore: Alessandra Stefanelli
Vedi letture
Print