Il 14 agosto 1945 l'Impero giapponese si arrende a seguito dell'invasione sovietica della Manciuria e del Bombardamento atomico di Hiroshima e Nagasaki da parte degli statunitensi. Il giorno successivo l’imperatore Hirohito si rivolse alla sua Nazione con un discorso dichiarando la fine dei combattimenti. Questo atto sancì di fatto la conclusione della seconda guerra mondiale, durata oltre cinque anni e causa di 62 milioni di vittime.

Sezione: RicorDATE? / Data: Ven 14 agosto 2020 alle 08:00
Autore: Alessandra Stefanelli
Vedi letture
Print