Il 12 giugno 1942 ha origine uno dei maggiori documenti che ci sono arrivati sulle persecuzioni ai danni degli ebrei. In quella data, infatti, Anna Frank riceve un diario come regalo per il suo tredicesimo compleanno. Nel diario Anna racconta della propria vita e del suo primo amore, raccontando anche l’esperienza della clandestinità dove vivrà fino al 4 agosto 1944, quando la Gestapo fece irruzione nell’alloggio segreto. Anna venne deportata prima al Campo di concentramento di Westerbork, poi ad Auschwitz e infine a Bergen-Belsen, dove morì di tifo esantematico assieme alla sorella Margot. Il padre Otto fu l’unico a sopravvivere della famiglia e si occupo di revisionare il manoscritto e renderlo adatto alla pubblicazione.

Sezione: RicorDATE? / Data: Ven 12 giugno 2020 alle 08:00
Autore: Alessandra Stefanelli
Vedi letture
Print