Libero in edicola apre con la questione lavorativa. "Non si trovano più cuochi e camerieri" è il titolo. "Il lavoro c'è, mancano i lavoratori" si legge nell'occhiello. "Irreperibile metà del personale necessario per riaprire bar e ristoranti. Pesa l'incertezza del governo sulle ripartenze e il reddito di cittadinanza" è il catenaccio. 

"Troppo perseguitato". "Ecco i veri motivi per cui Israele ha tutte le ragioni" è l'articolo di fondo. 

In taglio medio. 

"La ministra dell'università dovrebbe tornare a scuola". "Chiede la testa di Gervasoni". 

"Multe per una festa notturna". "Solamente i carabinieri possono fermare Lukaku". 

Due gli articoli di spalla. 

"Lontani anni luce dagli operai". "La sinistra si disinteressa di chi fatica". 

"Superato nei sondaggi da FdI". "Il Pd non sa che pesci pigliare e pesca sardine". 

In taglio basso. 

"Scandalo a Messina". "A 100 dal sisma tolgono le baracche". 

"Viviamo una dittatura, spacciata per democrazia". "Le regole liberali sono saltate già ben prima del Covid". 

"La concezione del sesso degli amici di Grillo". "E se fossero stupratori a loro insaputa?"

Sezione: Quotidiani / Data: Ven 14 maggio 2021 alle 08:00
Autore: Giovanni Spinazzola
Vedi letture
Print