"Una donna su tre è oggetto di violenze fisiche e psichiche, oltre che sessuali. Questa è una vera emergenza, da combattere in ogni luogo contrastando ogni forma. E la lotta alla violenza contro le donne non ha confini. Penso alle donne afgane, oramai dimenticate, insieme alle yazide, le rohingya, le curde e alle tante altre di cui abbiamo perso memoria. Per non parlare delle iraniane e delle ucraine, di cui la cronaca, per fortuna, continua a parlare. Dedico questa giornata a tutte le donne che ogni giorno, vengono private dei loro diritti solo perché donne in Italia e nel mondo. Oggi in Italia libertà e diritti in termini di emancipazione femminile rischiano di essere accantonati, e credo occorra che tutte e tutti si oppongano a una destra reazionaria, che più che promuovere la donna, nel suo ruolo e nella sua indipendenza, vede la donna nel solo ruolo di moglie e madre, facendoci fare un balzo indietro di decenni, promuovendo di fatto il patriarcato e il machismo". Lo Lo scrive sulle proprie pagine social la leader di +Europa, Emma Bonino, che conclude: "Proprio per sottolineare quanto il ruolo delle donne sia fondamentale in tutte le società, il prossimo 6 dicembre, a ridosso della Giornata Mondiale per i diritti umani, organizzeremo,  insieme a Non c'è Pace Senza Giustizia e Le Contemporanee, con il contributo di +Europa,  presso lo Spazio Europa della Rappresentanza europea in Italia, un evento dal titolo 'La forza delle donne' che vedrà rappresentanti da tutto il mondo che lottano per la loro affermazione e diritti ogni giorno". 

Sezione: Politica social / Data: Ven 25 novembre 2022 alle 12:10
Autore: Veronica Mandalà / Twitter: @very_mandi
vedi letture
Print