"La sua musica può piacere o meno, ma fischiare un ragazzo di 23 anni, colpevole solo di aver fatto il suo lavoro, ossia cantare, è inaccettabile, per questo voglio esprimere la mia solidarietà a Geolier per la contestazione ricevuta ieri sera a Sanremo e per i commenti osceni sui canali social della Rai. La dirigenza della Tv pubblica intervenga subito sui propri account per far rimuovere gli insulti razzisti contro Napoli e i napoletani. Ad Amadeus, che oggi in conferenza stampa sostiene che gli haters si devono ignorare perché ci sono sempre stati, rispondo che sbaglia.

Non possiamo stare in silenzio davanti al razzismo, che sia allo stadio o sul palco dell'Ariston, e minimizzare, proprio a pochi giorni dalla giornata contro il bullismo, dove tutti ci indigniamo per denunciare atti vili. Speriamo di goderci una finale augurandoci che non accada più nulla di simile". A scriverlo sui social la vicepresidente del Senato, Licia Ronzulli (FI).

Sezione: Politica social / Data: Sab 10 febbraio 2024 alle 19:30
Autore: Redazione Centrale
vedi letture
Print