"Il ministro degli Esteri ungherese spera 'sinceramente' che Ilaria Salis riceva la "meritata punizione in Ungheria". E questa sarebbe l'indipendenza della magistratura nel Paese di Orban? Un membro di governo che interviene a gamba tesa in un processo che riguarda una cittadina italiana. E poi si lamentano pure che l'Italia ha protestato parlando di interferenze. Sono parole agghiaccianti, il governo Meloni dovrebbe intervenire immediatamente per far rispettare i diritti della nostra concittadina e offrire la sede dell'ambasciata per ospitare Ilaria durante i domiciliari". Lo afferma su X il segretario di +Europa, Riccardo Magi.

"Non ho poi capito cosa vuole il ministro degli esteri Ungherese? Che l'Italia accetti passivamente che una propria cittadina venga trattata come un animale selvatico, con maltrattamenti in carcere, umiliazioni, offese e catene a mani e piedi? Di cosa si sorprende Orban? Che siamo indignati che un Paese europeo non garantisca gli standard minimi per le persone detenute? Giorgia Meloni batta un colpo e si faccia sentire dal suo amico Orban, che forse tanto amico non è più. La premier faccia la patriota e difenda i diritti di Ilaria Salis", conclude Magi. 

Sezione: Politica social / Data: Mer 28 febbraio 2024 alle 19:20
Autore: Redazione Centrale
vedi letture
Print