Alessandro Di Battista commenta la riforma della giustizia della Guardasigilli Cartabia. Queste le sue dichiarazioni pubblicate sul profilo Facebook: "Banalmente è in atto l'eterno tentativo di una classe politica indecente di salvare ladri, malfattori e amici dei mafiosi. Dovete sapere che con la riforma Cartabia Cosentino e D'Alì, per esempio, non sarebbero stati condannati. Non sarebbe successo nulla a chi (secondo una sentenza di appello) era referente dei Casalesi o a disposizione di Matteo Messina Denaro. Si chiama voglia di impunità. In Italia in galera ci finiscono i poveri Cristi, i colletti bianchi quasi mai. E ora che in molti erano terrorizzati dalla riforma Bonafede, hanno ripreso la strada dell'impunità".

Sezione: Politica social / Data: Gio 22 luglio 2021 alle 22:30
Autore: Veronica Mandalà / Twitter: @very_mandi
vedi letture
Print