Ora emerge, dopo mesi di silenzi e di bugie, che il governo prima non chiuse le zone rosse colpite dal virus come richiesto, e dopo chiuse tutta Italia senza un valido motivo.
Se io vado a processo per aver ritardato di qualche giorno lo sbarco di qualche immigrato, Conte e compagni dovrebbero rispondere del sequestro di milioni di italiani e di un disastro sanitario, sociale ed economico senza precedenti". Così il leader del carroccio Matteo Salvini in merito ai documenti desecretati nei quali si spiegava la necessità di chiudere le zone maggiormente colpite dal virus e non di fare la ' zona protetta' in tutta Italia. 

Sezione: Politica social / Data: Ven 07 agosto 2020 alle 15:40
Autore: Camilla Galvan
Vedi letture
Print