"Questa volta - afferma amaramente Elisa Montemagni, Capogruppo in Consiglio regionale della Lega - si è trattato di sms quantomeno fuorvianti a rendere la vita difficile a persone rientranti nella categoria dei fragili ed a chi li assiste, ovviamente impegnati a prenotare l'agognata vaccinazione. La Regione pensando di agevolargli il compito, ha, viceversa, ingarbugliato ancora di più la situazione, inviando, in momenti distinti due messaggi con relativi codici da inserire al momento della prenotazione. In pratica nonostante l'avviso che segnalava come il primo sms non fosse più da considerarsi valido, una volta inserito il nuovo, il sistema evidenziava un errore, impedendo all'utente di proseguire. Alla fine solo l'intuito di qualche cittadino, ha permesso di capire che, in realtà, occorresse inserire il codice ottenuto diverso tempo addietro; ma, coloro i quali l'hanno cancellato, cosa devono fare? Insomma questo è solo uno degli ultimi esempi di una organizzazione vaccinale raffazzonata che sta comportando disagi infiniti a tutti noi. Ecco, quindi - conclude Elisa Montemagni - che auspichiamo, dunque, un celere avvio dei lavori della Commissione Speciale da noi fortemente voluta; quanto successo nelle ultime ore con questo inaccettabile "balletto" degli sms, testimonia ancor di più come sia fondamentale che questo nuovo organismo regionale sia velocemente operativo per fronteggiare ed aiutare a risolvere le svariate criticità di una campagna vaccinale che non riesce proprio a decollare".

Sezione: Politica locale / Data: Sab 10 aprile 2021 alle 07:10
Autore: Redazione PN
Vedi letture
Print