“Alle proteste noi risponderemo con le proposte. Per un’Europa che tuteli le famiglie e le imprese, che esalti i propri valori e le proprie radici, che metta in grado le Nazioni di esercitare la sovranità e difendere i propri confini. Agli insulti invece non rispondiamo, preferiamo rispondere alle istanze di chi chiede sicurezza, sviluppo, tutela economica di chi lavora e di chi dà lavoro. Tutti ormai sappiamo quanto l’Europa conti nella vita e nel portafoglio di ognuno di noi: per questo vogliamo cambiarla, e non ‘sfasciarla’, insieme ai nostri alleati europei. Ne ho incontrato i vertici la scorsa settimana, a Lisbona, dove si è tenuta l’assemblea generale del gruppo Id e ho avuto l’onore di rappresentare la Lega. Abbiamo gettato le basi per un percorso condiviso di cui la manifestazione del 3 dicembre a Firenze sarà un nuovo passo, decisivo, verso un’Europa dei popoli e dei territori, opposta all’Europa matrigna dei socialisti. Mi auguro che nessun estremista dei centri sociali, dopo gli appelli incendiari di qualche autorevole esponente della sinistra, passi dalle parole ai fatti contro politici europei eletti democraticamente e che in molti casi sono maggioranza relativa nel proprio Paese”.

Così Susanna Ceccardi, europarlamentare toscana della Lega.

Sezione: Politica locale / Data: Ven 01 dicembre 2023 alle 00:00
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print