“Visto il considerevole aumento della richiesta di tamponi - afferma Giovanni Galli, Consigliere regionale della Lega e membro della Commissione Sanità -pensiamo che sarebbe utile, magari, coinvolgere anche le parafarmacie, cosa che non ci sembra sia ad oggi avvenuta, per la predetta e quotidiana incombenza. Come ha recentemente ricordato il Presidente della Federazione Nazionale Parafarmacie Italiane - prosegue il Consigliere - queste strutture sono infatti inserite sul sistema tessera sanitaria, hanno i requisiti di sicurezza e protezione dati ed hanno un professionista della salute al loro interno (ovvero un farmacista) che sarebbe, dunque, pienamente abilitato a fare i tamponi. In tale modo - precisa l’esponente leghista - si ridurrebbero così le lunghe code che, nelle ultime settimane, si stanno normalmente creando fuori dalle classiche farmacie. Auspichiamo, dunque - conclude il rappresentante della Lega - che questa opzione possa essere sfruttata adeguatamente, alfine, appunto, di velocizzare l’effettuazione della verifica della positività o meno, da parte dei cittadini”.

Sezione: Politica locale / Data: Mar 25 gennaio 2022 alle 21:50
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print