"Fine cantiere per il 2028 riguardo ai lavori del sottopasso e la relativa entrata in funzione delle linee dell'Alta velocità - afferma Giovanni Galli, Consigliere regionale della Lega - riferendosi all'annosa questione della Tav fiorentina. Rfi - prosegue il Consigliere - ha, infatti, comunicato che, solamente nella primavera prossima, dovrebbe, il condizionale per noi, a questo punto, è d'obbligo, ripartire la "talpa" a Campo di Marte. I tempi, dunque, si allungano inevitabilmente - precisa l'esponente leghista - e fa quasi tenerezza la tardiva alzata di scudi del duo Giani-Nardella che fanno la voce grossa, sapendo che il risultato non cambierà minimamente. Anche in questo caso, come per l'aeroporto - sottolinea il rappresentante della Lega - sono trascorsi, dunque, decenni e siamo ancora in alto mare. Ma le colpe-conclude Giovanni Galli-sono veramente esclusivamente sempre degli altri, in questo caso di Rete ferroviaria italiana, oppure questi perenni ed inaccettabili ritardi nel completare le opere sono da addebitarsi a chi amministra città e Regione? Noi, propendiamo decisamente per questa seconda ipotesi!".

Sezione: Politica locale / Data: Gio 04 agosto 2022 alle 16:30
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print