Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha criticato la proposta di dichiarare lo stato di emergenza contro lo smog, definendola una richiesta priva di senso avanzata dai 5 Stelle. Fontana ha suggerito che tale richiesta potrebbe derivare dall'obiettivo di attirare l'attenzione in modo più enfatico rispetto agli altri. Il presidente Lombardo ha sottolineato che, con le precipitazioni, le polveri si depositano, indicando un miglioramento dell'inquinamento nella regione.

Fontana ha poi argomentato che se l'intenzione fosse stata quella di richiedere lo stato di calamità, sarebbe stato più appropriato farlo 20 anni fa. Ha concluso il suo commento facendo notare che, fortunatamente, in quei tempi l'opzione non era ancora necessaria. La sua dichiarazione suggerisce una posizione scettica nei confronti della proposta e un atteggiamento ottimistico riguardo al progresso ambientale nella regione.

Sezione: Politica locale / Data: Mar 27 febbraio 2024 alle 11:45
Autore: Redazione Milano
vedi letture
Print