Giulio Pelonzi, capogruppo del Partito Democratico in Campidoglio, accusa la giunta per la mancata ripresa delle attività dei volontari nei canili comunali. Uno stop che rende difficile la situazione in quelle strutture: "Nonostante il voto unanime dell'Assemblea capitolina e le interrogazioni alla giunta, il Campidoglio non riesce a garantire la regolare ripresa delle attività di volontariato da parte delle associazioni che operano nei canili comunali. Seppur nel rispetto dei requisiti di legge e del distanziamento sociale, evitando gli assembramenti, incomprensibilmente le strutture comunali e quelle in convenzione sono ancora in lockdown. Appare infatti del tutto assurdo che mentre riaprono cinema e ristoranti al chiuso, nei canili - che sono spazi prevalentemente all'aperto - vi siano ancora restrizioni all'attività dei volontari e che in una struttura come Muratella, dove si contano oltre 160 volontari si imponga arbitrariamente l'obbligo di accesso ad un numero massimo di 10 unità di volontari per turno e mentre in altre strutture si adotta un sistema di turnazione che prevede l'ingresso di un'associazione al giorno, anche se con organici di due o tre volontari. Le misure adottate nei canili comunali sono quanto di più anacronistico si poteva mettere in atto, considerati gli ultimi provvedimenti governativi in materia di emergenza Covid-19. Si riaprano le strutture comunali al volontariato e si dia corso agli atti votati in Assemblea Capitolina"

Sezione: Politica locale / Data: Gio 25 giugno 2020 alle 13:10
Autore: Redazione Lazio
Vedi letture
Print