Con una nota stampa, i consiglieri del Movimento 5 Stelle della giunta capitolina, mandano un messaggio al Presidente dell'Assemblea, Marcello De Vito, reo - secondo i consiglieri - di voler imporre la presenza per le riunioni dell'Assemblea, ignorando quindi le misure di sicurezza anti-covid: "Il Presidente dell’Assemblea Capitolina, Marcello De Vito, ignora la volontà della maggioranza dei consiglieri capitolini. Non solo l'emergenza sanitaria impone il proseguimento di tutte le cautele, come dimostra la persistenza della chiusura delle scuole, delle università e di altre Istituzioni; non solo la nota inviatagli per chiedere lumi sulle misure di sicurezza applicate a causa dell’emergenza Covid 19 non ha ancora ottenuto risposta; ma l'utilizzo della piattaforma informatica - che lo stesso Presidente De Vito vanta - consente di continuare i lavori dell’Aula in modo veloce, regolare, ordinato e molto partecipato, visto che il numero dei consiglieri presenti è sempre stato molto alto. Il tentativo del Presidente De Vito di impuntarsi sulla decisione di rientrare in presenza è un comportamento che riteniamo irresponsabile. Non va dimenticato, infatti, che l'imposizione di rientrare costringerebbe all'assenza i consiglieri che hanno condizioni fisiche o situazioni familiari di fragilità, a cui di fatto impedirebbe lo svolgimento del loro ruolo di consiglieri eletti".

Sezione: Politica locale / Data: Gio 18 giugno 2020 alle 15:05
Autore: Redazione Lazio
Vedi letture
Print