Il Partito Democratico non ci sta e attacca l'amministrazione per quanto riguarda la gestione del programma di riaperture delle scuole. Valeria Baglio, consigliera dem, critica senza mezzi termini il silenzio dell'assessorato alla scuola e di quello al bilancio colpevoli di una mancata progettazione per quanto riguarda il futuro dei plessi scolastici: "Ieri la seduta della Commissione Scuola di Roma Capitale ci ha offerto l'ennesimo spettacolo surreale: sulla ripresa della scuola a settembre c'è stato solo silenzio da parte degli assessorati alla scuola e al bilancio. Un vuoto progettuale che, ora come non mai, è veramente colpevole. È il momento delle scelte: meno burocrazia e più diritto allo studio, meno scarichi di responsabilità e più politica, meno attendismo e più proposte, basate su analisi serie e condivise. Con il Decreto Scuola, i sindaci, i presidenti delle Province e delle Città Metropolitane potranno far partire interventi infrastrutturali ritenuti prioritari in deroga al Codice dei contratti pubblici, con poteri da commissari.Oggi, dunque, abbiamo a disposizione strumenti e procedure sburocratizzate, veloci, certe: usiamole da subito per assicurare un rientro sicuro e di qualità per i nostri ragazzi, a settembre. A costo di essere ripetitiva, continuo a dire che non ci sono veramente più alibi: individuiamo, con la collaborazione di maggioranza e opposizione, e insieme ai Municipi, alle rappresentanze sindacali, all'utenza e alla comunità scientifica gli interventi prioritari da far partire SUBITO, e che possano garantire una ripartenza effettiva a settembre, dal PRIMO giorno di scuola. Grazie all'esempio di alcuni genitori, insegnanti, e la partecipazione di alcuni municipi amministrati dal centrosinistra abbiamo visto, nei giorni scorsi, i ragazzi salutarsi per la conclusione del loro ciclo scolastico, in luoghi diversi però dalle scuole: questo ci sia da sprone per batterci contro l'inefficienza e il tirare a campare a cui solo degli irresponsabili potrebbero condannarci".

Sezione: Politica locale / Data: Mer 10 giugno 2020 alle 13:30
Autore: Redazione Lazio
Vedi letture
Print