"Se la Garante regionale dell’infanzia e dell’adolescenza sigla Protocolli d’Intesa con associazioni di parte viene meno il suo ruolo di garanzia»: lo dichiara la consigliera regionale Monica Canalis commentando il Protocollo d’Intesa sottoscritto oggi tra la Garante Ylenia Serra e Tommaso Varaldo dell’associazione Infanzia e Famiglia-Aief.
«Tommaso Varaldo è consigliere comunale a Chieri e candidato a Torino. I suoi incarichi politici e le sue numerose iniziative di accusa nei confronti dei servizi sociali piemontesi compromettono la sua terzietà. Non stiamo parlando di un qualsiasi ente del Terzo Settore impegnato nella tutela dell’infanzia, ma della longa manus dei politici di destra che conducono la battaglia per la legge “Allontanamento zero”.
Anche la partecipazione della Garante alla redazione del Vademecum di Aief suscita molta preoccupazione, considerando che questo testo parla di diritti dei genitori, mentre nel diritto minorile ad essere centrali sono i diritti dei minori, e fornisce una guida su quali passi compiere per chiedere aiuto a fronte dell’intervento dei servizi sociali.
Ritengo che la Garante oggi abbia fatto un passo falso, coinvolgendo l’istituzione da lei rappresentata in un’iniziativa di parte e politicamente orientata.
Mi auguro che la dottoressa Serra recuperi al più presto l’equilibrio e la terzietà necessari per proseguire il suo delicato incarico».

Sezione: Politica locale / Data: Sab 15 maggio 2021 alle 17:30
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print