"Dobbiamo mettere in campo due azioni. La prima è un’azione di mitigazione. Stiamo tenendo sotto controllo sanitario il territorio in modo da poter intervenire in maniera preventiva e circoscrivere le aree critiche in base al numero di persone positive superiori a 250 per ogni 100 mila abitanti e al numero di ricoveri in ospedale e in terapia intensiva".

Lo dice Letizia Moratti, assessore al Welfare e vicepresidente della Lombardia, al Corriere della Sera.

"In provincia di Brescia - spiega Moratti - stiamo osservando una forte accelerazione delle infezioni dovuta alle varianti che riguardano il 39 per cento dei contagiati. In particolare la variante inglese. Siamo intervenuti appunto con un’azione di contenimento per mitigare il contagio. Questa politica fino a oggi ci ha consentito di poter lasciare aperte le attività nelle zone non critiche. Ma da sola la mitigazione non basta - aggiunge. La Lombardia è la prima regione per numero di vaccinati: 600 mila. E non dobbiamo scordarci che la nostra regione conta 10 milioni di abitanti, quasi uno Stato" conclude.

Sezione: Politica locale / Data: Mer 24 febbraio 2021 alle 11:20
Autore: Simone Gioia
Vedi letture
Print