Il governatore della Campania Vincenzo De Luca è intervenuto oggi nella consueta diretta Facebook settimanale: “L’Italia fa debiti in maniera imponente e continuiamo a non raccontare ai cittadini che prima o poi i debiti si pagano, che l’obiettivo di fondo di creare ricchezza e lavoro non può essere perso di vista, non si possono solo creare contributi. Ad oggi non abbiamo la certezza che i contributi a fondo perduto arriveranno dall’Europa. La logica del bonus è okay in emergenza, ma non deve essere un abitudine. Ci auguriamo di uscire dal limbo in cui si trova il paese che vede ripresa di litigiosità e di tempi biblici nelle decisioni. Il credito bancario sembrava cosa fatta ma poi è stata derogata ai funzionari di banca che dovranno rispondere personalmente di un eventuale fallimento dell’azienda a cui si è fatto credito e la cassa integrazione è stata erogata da imprenditori privati che vorrebbero sapere quando gli verranno restituiti i soldi anticipati. Queste sono due assurde bizzarrie che spiegano perché il nostro Paese è esitante anche di fronte ad una opportunità come è a mio parere il MES. Il solo vincolo è la spesa nel settore sanitario, solo che non si capisce che il settore sanitario è un mondo e se su di esso si investe e bene si possono avere enormi vantaggi”.

E ancora: “Vogliamo importare nel sud il modello Olanda defiscalizzazione totale per nuovi investimenti e detassazione totale per utili di impresa. Si dovrà prima o poi fare i conti sui rapporti tra nord e sud nel nostro Paese, potrebbero farlo le università ed osservatori terzi, ma ci sono situazioni che gridano vendetta e aiuto come ad esempio i tempi di erogazione delle risorse. Per questo abbiamo deciso come Regione di puntare sull’erogazione di credito alle imprese. Parte oggi un bando che è un mix tra contributo a fondo perduto e garanzie al sistema bancario. Noi siamo la Regione che ha il tempo di erogazione del credito minore del paese, lo facciamo perché è giusto per le imprese ma anche per contrastare le infiltrazioni criminali che gestivano la cessione del credito, realtà che ora non esistono più nella nostra Regione. Abbiamo avuto soddisfazione dell’outlook positivo, il migliore rispetto a bilancio italiano, da parte di Standards and Poors e abbiamo anche risanato nostro bilancio regionale. Il governo fa solo chiacchiere e debito, noi abbiamo risanato invece il bilancio pur avendo sempre ricevuto fondi statali in quantità nettamente inferiore alle altre Regioni".

Sezione: Politica locale / Data: Lun 06 luglio 2020 alle 16:55 / Fonte: Ha collaborato Camilla Galvan
Autore: Alessandra Stefanelli
Vedi letture
Print