“Il riavvio della procedura di licenziamento collettiva per i lavoratori di Gkn impone una accelerazione decisiva da parte del governo per trovare, con urgenza, una soluzione credibile e solida sulla vertenza". Lo dichiarano i deputati eletti in Toscana del Partito Democratico. “Le istituzioni, nazionali e territoriali, e le parti sociali devono fare l’impossibile perché la procedura sia fermata e il futuro del lavoro in azienda assicurato, dopo troppi stop and go”, proseguono Susanna Cenni, Rosa Maria Di Giorgi, Enrico Letta, Luca Sani, Laura Cantini, Lucia Ciampi, Luca Lotti, Stefano Ceccanti, Andrea Romano, Filippo Sensi, Alessia Rotta, Martina Nardi e Umberto Buratti. “Per Campi, Firenze e per la Toscana tutta e’ una pesante battuta di arresto in un percorso che va perseguito fino in fondo, con determinazione”, proseguono i parlamentari Pd della Toscana. “Anche il Parlamento e’ chiamato a fare la sua parte perché non si tratta solo di affrontare l’emergenza, ma di costruire un modello virtuoso di politica industriale che non può essere un inaccettabile mordi e fuggi da parte di aziende e multinazionali che devono investire, e non fuggire sulla pelle dei lavoratori”, concludono i deputati democratici. “Guardiamo non solo con fiducia, ma con attenzione preoccupata all’incontro di domani al MISE: non c’è tempo da perdere. I lavoratori non ci chiedono promesse o solidarietà, ma di mantenere la parola data”.

Sezione: Politica locale / Data: Mer 01 dicembre 2021 alle 20:50
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print