"Da oggi - afferma Giovanni Galli, Consigliere regionale della Lega e membro della Commissione Sanità - non esisteranno più le Usca, ovvero quelle unità preposte all'assistenza domiciliare ai malati di Covid e saranno sostituite dalle Uca, in teoria una sola lettera in meno, ma in pratica tale passaggio potrebbe, anche se non ce lo auguriamo, comportare qualche criticità per i cittadini. Tra l'altro-prosegue il Consigliere - la recrudescenza di casi registratasi in questi giorni, presuppone che si continui nella piena operatività pure nell'ambito del supporto casalingo, anche per evitare di affollare i Pronto Soccorso. Lo standard previsto per questo nuovo team è un medico ed un infermiere ogni centomila abitanti ed il compenso pare sia inferiore a quello riservato agli operatori Usca; un fatto, questo, che potrebbe forse comportare qualche defezione fra i professionisti. Insomma - conclude il rappresentante della Lega  - invitiamo l'Assessore Bezzini a monitorare costantemente la situazione nelle varie Asl toscane, auspicando che non vi siano delle falle nell'assistenza domiciliare."

Sezione: Politica locale / Data: Gio 30 giugno 2022 alle 17:10
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print