"È notorio che le sentenze si rispettino, ma possono essere commentate", afferma Giovanni Galli, consigliere regionale della Lega, riferendosi alla nuova condanna per l'esponente della Lega Alessio Di Giulio, per istigazione all'odio razziale. "Prendiamo atto di quello che hanno deciso, in questo grado di giudizio, i magistrati, ma restiamo fermamente convinti che l'uomo Alessio, per carattere, sia lungi dal promuovere qualsiasi forma di razzismo", prosegue il consigliere.

"Restiamo a lui vicini e lo saremo anche nelle prossime fasi giudiziarie, dove siamo sicuri potrà essere riconosciuta la sua piena innocenza", precisa l'esponente leghista. "Obiettivamente", conclude il consigliere, "la vicenda nel suo complesso penso che sia stata eccessivamente ingigantita."

Sezione: Politica locale / Data: Dom 25 febbraio 2024 alle 14:15
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print