“Le notizie che apprendiamo dalla stampa sono sconcertanti. Siamo di fronte all’ennesimo caso di una candidatura a ‘insaputa’ della candidata del Pd alla guida di Firenze Sara Funaro a suo sostegno. E nuovamente si pensa di poter rimediare alla gaffe attraverso un ritiro, tecnicamente non possibile, di quella candidatura evidentemente inopportuna. Sara Funaro davvero pensa di poter ben governare la città di Firenze, dopo aver dimostrato di non saper scegliere candidati presentabili per una lista? Le cronache pratesi, eppure, avevano raccontato nel tempo le vicende giudiziarie legate a Giorgio Diddi, terzo candidato che si ritira dalla lista Movimento Centro; ancor oggi sono riscontrabili, su vari articoli, episodi che legherebbero il suo nome a comportamenti purtroppo tipici del distretto parallelo pratese, come lo sfruttamento di manodopera straniera. Essendo una candidatura pratese, è stata suggerita a Funaro dai colleghi di partito Ilaria Bugetti e Marco Furfaro? Siamo di fronte alla classica doppia morale della sinistra: preferisce omettere certi temi, e nei fatti si ‘distrae’ facilmente, candidando figure che poi si scoprono essere scomode. Chissà se, scorrendo i nomi di quella lista, ne potrebbero uscire di nuove…”.

Così in una nota la deputata di Fratelli d’Italia Chiara La Porta.

Sezione: Politica locale / Data: Sab 25 maggio 2024 alle 13:15
Autore: Veronica Mandalà / Twitter: @very_mandi
vedi letture
Print