"Scommettiamo che le scelte che sta facendo il Pd lo porteranno fuori dal ballottaggio? C'è una candidatura credibile, quella di Carlo Calenda, ma hanno voluto scegliere una subordinata. Un grave errore, eppure alle Europee il Pd aveva ceduto metà del suo simbolo a Calenda, riconoscendone il valore".

Lo dice Ettore Rosato, senatore di Italia Viva, oggi in un'intervista a Il Dubbio.

"Nulla di personale contro Gualtieri - spiega. È lo stesso Pd che non riconosce a Gualtieri neanche la leadership per un'investitura diretta. Gualtieri è stato un ottimo europarlamentare e ha fatto tante altre cose. Ma è evidente che anche il Pd non lo considera la prima scelta, dopo settimane di tentativi di convincere ZingarettiCalenda ha le competenze politiche e amministrative per governare bene la capitale d'Italia dopo anni di disastri. E su Enrico Letta, dice: "La sostanza è che la linea politica del Pd non è cambiata da Zingaretti a Letta. Forse i toni, ma non la sostanza. Quell'alleanza strategica che io considero un abbraccio mortale del riformismo non è mai uscita dall'agenda del Pd".

Sezione: Politica locale / Data: Mer 12 maggio 2021 alle 11:00
Autore: Simone Gioia
Vedi letture
Print