“L’assessore del Piemonte Maurizio Marrone ha annunciato la creazione un fondo di 400mila euro da destinare alle associazioni antiabortiste, dopo aver dato loro l’accesso ai consultori. L’obiettivo, secondo l’assessore, è l’incremento della natalità in Piemonte.  Non è certo  limitando la libertà di scelta delle donne sulla propria vita e genitorialità che si combatte il calo demografico ma piuttosto con opportunità di sviluppo per i giovani.”

Lo dichiara la deputata cuneese Chiara Gribaudo, membro della Segreteria Nazionale del Partito Democratico.

“Si tratta, purtroppo,  di un altro segnale di arretramento nel campo dei diritti delle donne. Inoltre, questi fondi potrebbero essere utilizzati – conclude Gribaudo - per dare supporto a chi ha realmente bisogno, che non sono le associazioni pro-vita. Penso, per esempio, al fondo per le non autosufficienze che è stato oggetto di continui tagli da parte della maggioranza del presidente  Cirio o il sostegno psicologico per i più giovani. Battaglie su cui non ho mai avuto il piacere di interloquire positivamente con la Regione che sembra non voler vedere i problemi ma anzi fare solo annunci o propaganda come in questo caso”.

Sezione: Politica locale / Data: Mar 12 aprile 2022 alle 21:00
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print