Marcello De Vito, presidente dell'Assemblea Capitolina, membro del Movimento 5 Stelle e uomo vicino alle politiche di Virginia Raggi, commenta con sdegno le dichiarazioni di Nicola Zingaretti che aveva definito "una minaccia per i romani" una possibile ricandidatura della sindaca alle elezioni del 2021. Questo quanto dice De Vito tramite Facebook: "La parola "minaccia" usata da Zingaretti per definire il Sindaco di Roma, Virginia Raggi, non è comprensibile e soprattutto non è accettabile. E' greve, pesante. Un'offesa becera e scorretta, resa senza alcuna motivazione a sostegno.
Fortuna che nella stessa giornata il segretario del PD, a margine dell'udienza col Santo Padre, affermava: "Occorre un impegno straordinario per una rinascita che passi dalla riscoperta del senso di comunità e di reciproca fratellanza". Inizio a pensare che questi del PD non cambino mai: dicono una cosa davanti, ne fanno un'altra di dietro. Magari è questo "pseudo" alleato di governo ad essere una "minaccia". O l'alleanza stessa".

Sezione: Politica locale / Data: Dom 24 maggio 2020 alle 16:00
Autore: Redazione Lazio
Vedi letture
Print