"Governo e maggioranza parlamentare si assumano le proprie responsabilità. È chiaro che non hanno alcuna volontà di prorogare il mercato tutelato dell'energia facendo aumentare dal prossimo gennaio le bollette per milioni di italiani. Un regalo di Natale non richiesto né voluto da milioni di famiglie''. Così il deputato del M5S in commissione Industria Enrico Cappelletti.

"Il ministro Fitto dichiara che quello sul mercato tutelato è un 'dibattito paradossale', perché riporta a una norma approvata nel governo Draghi. Tutto vero: il prode Fitto però non può ignorare che il contesto è decisamente cambiato. Fitto forse non è stato avvisato che ci sono due guerre a pochi chilometri di distanza da noi che incidono enormemente sul costo dell'energia, che il quadro economico dell'Italia è estremamente cambiato, dimentica che in quel governo sedevano pure i suoi attuali alleati di governo e non dice che tra le modalità di attuazione delle riforme del Pnrr, non si considera la parte che riguarda il mercato del gas ma solamente quella elettrica".

"Ma soprattutto Fitto ha già negoziato con l'Europa molte modifiche al Pnrr: mi chiedo quindi perché si sia 'dimenticato' di negoziare anche questa, nonostante gli fosse chiesto perfino da autorevoli esponenti e alleati di maggioranza", sottolinea Cappelletti.

"Su altri impegni - dice - assunti dal nostro Paese con l'Europa, ad esempio i balneari, il ministro ha dato ampia prova di disinteressarsi completamente dei diktat europei. Solo in questo caso, invece, per lui i vincoli sarebbero insormontabili". 

Sezione: Politica locale / Data: Mer 29 novembre 2023 alle 19:00
Autore: Redazione Centrale
vedi letture
Print