La città di Bari non ha un buon rapporto con i monopattini elettrici che stanno invadendo tutte le grandi città italiane. Due di questi sono stati rubati e cinque distrutti. A meno di 24 ore dall’avvio del nuovo servizio di sharing del Comune, sono fuori uso sette mezzi dei 250 distribuiti sulle strade della città dalla azienda Helbiz. A darne notizia è lo stesso sindaco, Antonio Decaro, con un post su Facebook: "Lo so, alcuni di voi staranno pensando: 'E cos'altro ti aspettavi?' - scrive Decaro -. Ecco, io mi aspetto civiltà. Io mi aspetto rispetto. Io mi aspetto che la mia città e i miei cittadini mi facciano sentire orgoglioso, ogni giorno, di essere il sindaco di Bari. Oggi invece io mi vergogno. Mi vergogno per questa gente che continua a provare a distruggere i nostri sforzi e i nostri sogni. E mi vergogno anche per quelli che, con una rassegnata accondiscendenza, in fondo, li giustificano, come se fosse una cosa normale. Cosa mi aspetto? Mi aspetto che Bari diventi una città europea, moderna, pulita, civile». «E non mi arrendo. Come non si arrendono i tanti tra voi che invece di chiedersi: 'E che ti aspettavi?' ogni giorno mi dicono: 'Coraggio, vai avanti'. Andiamo avanti insieme. Siamo più forti, siamo di più". 

Due rubati e cinque distrutti. È questo il bilancio del primo giorno del servizio di sharing dei monopattini. Lo so,...

Pubblicato da Antonio Decaro su Martedì 7 luglio 2020
Sezione: Politica locale / Data: Mar 07 luglio 2020 alle 23:15 / Fonte: Gazzetta del Mezzogiorno
Autore: Roberto Tortora
Vedi letture
Print