"Una sentenza assurda, in un processo per stupro selvaggio. La riduzione della pena con quelle giustificazioni, mette i brividi. Una sentenza contro le donne e le battaglie di decenni. Una sentenza che mi fa soffrire, che ci riporta indietro, che puzza di “delitto d’onore, che considera l’entità e la gravità dello stupro sulla base di una presunta leggerezza della donna". Così la deputata democratica Stefania Pezzopane commenta la sentenza che diminuisce la pena per "la condotta troppo disinvolta della vittima". "Reagiamo a questo scempio, lo stupro per ore di un marito violento non ha nessuna attenuante - continua Pezzopane-. È un crimine selvaggio e la donna è una vittima del carnefice. Reagire subito. Un marito che picchia e stupra la moglie per tutta la notte va condannato, ed invece la pena è stata ridotta perché “esasperato dalla condotta disinvolta della donna”. Ancora una volta il carnefice trova complicità e si trasforma esso in vittima. Non possono esistere queste attenuanti quando una donna è stuprata".

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 18 settembre 2020 alle 23:15
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print