“È importante rieducare gli uomini autori di violenza contro le donne con percorsi specifici, per evitare recidive ed escalation. Occorre agire sui comportamenti di ciascuno per poterne provocare un cambiamento. È fondamentale focalizzarsi su un lavoro trattamentale che miri a interrompere l’escalation di violenza già dai primi ‘comportamenti spia’, sanzionare in modo conforme al principio costituzionale di tendenziale rieducazione del condannato e ridurre l’alto tasso di recidiva tra gli autori di comportamenti violenti. I percorsi di rieducazione rappresentano uno degli interventi fondamentali nella strategia di contrasto alla violenza domestica e di genere. Necessario procedere ad una rapida approvazione della normativa, il governo dia una risposta decisa e celere”.

Così in una nota la senatrice della Lega Lina Lunesu, componente della commissione parlamentare d’inchiesta sul femminicidio.
 

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 25 maggio 2022 alle 20:20
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print