“È fondamentale per la nostra società, disorientata e preda di comportamenti disdicevoli di violenza contro le donne, affrontare il tema della violenza contro le donne e riflettere su come intervenire con azioni di prevenzione e riabilitazione. Il percorso svolto dalla commissione Femminicidio è stato importante e necessario perché della violenza non ha mai cessato di esistere, anzi è andata affinandosi nelle sue modalità. La violenza può essere fisica, che è la forma più evidente, ma anche psicologica, con distorsioni che segnano fortemente l’anima di chi le subisce. Un meccanismo perverso che arriva fino al senso di colpa di chi subisce tali maltrattamenti, convincendosi di meritarseli e nel timore di non essere compreso in questa intima sofferenza. La brutalità si nutre di questo in un circolo vizioso che alimenta la violenza, a cui si può e si deve porre un freno. Occorre puntare sull’insegnamento ad essere capaci di ammettere i propri limiti ed errori accettando anche percorsi di riabilitazione, perché trovare giustificazioni non è sufficiente. Non ci possono mai essere scuse di fronte alle violenze, a prescindere da chi arriva.”

Così la senatrice Antonella Faggi della Lega durante l’esame della relazione della commissione Femminicidio sul tema della violenza contro le donne.
 

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 25 maggio 2022 alle 20:40
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print