L’assessore regionale al Lavoro del Veneto Elena Donazzan ha visitato il nuovo stabilimento produttivo di Bolzano Vicentino della Cunico Tonino Srl, azienda specializzata nella progettazione e nella produzione di manufatti in materiale plastico. Fondata nel 1982, la Cunico Tonino Srl è una delle poche realtà nel nord Italia ad essersi specializzata negli anni nella tecnica della termoformatura, processo produttivo che ha determinato importanti commesse nei settori dell’industria, dell’agricoltura dell’alimentare, ma anche in campo medico, energetico e dell’arredamento.

Con 25 dipendenti, un fatturato di oltre 2,2 milioni di euro annui e il 95% della produzione destinato al mercato italiano, l’azienda - nata a Quinto Vicentino e ora trasferita nella nuova sede di  Bolzano Vicentino -  è alla sua seconda generazione: a guidarla è Marta Cunico, amministratrice delegata.

Per l’assessore si tratta di “una realtà imprenditoriale che ha fatto del ‘bello e  ben fatto’ il proprio punto di forza, come riconoscono anche importanti multinazionali dell'energia e dell’elettrodomestico, loro clienti”. E che “necessita di personale altamente qualificato in tutte le sue fasi produttive, per l’alta innovazione introdotta nei processi produttivi e per gli standard di qualità imposti dai clienti”, come ha ricordato  nel corso dell’incontro, illustrando l’impegno della Regione del Veneto a sostegno della formazione professionale e della formazione terziaria degli ITS-Academy.

“È pensando ad imprenditori come Tonino e Marta Cunico – ha concluso Donazzan - che stiamo chiedendo al governo un maggior ascolto del tessuto produttivo e manifatturiero veneto, prima penalizzato da una tardiva riapertura, e ora preoccupato da un'inevitabile flessione in negativo degli ordinativi imputabile ad un mancato sostegno a livello nazionale delle loro attività”.

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 13 luglio 2020 alle 17:30
Autore: Alessandra Stefanelli
Vedi letture
Print