“Secondo il ‘Report Vaccini Anti COVID-19’ del portale del governo in Italia ad oggi sono state vaccinate 1.350.124 persone. Il Commissario per l’emergenza Domenico Arcuri ha annunciato con orgoglio che dall’altro ieri nel nostro Paese sono state effettuate in media oltre 100 mila somministrazioni al giorno. Senza aggiungere alcunché, ovvero non facendo alcun cenno a quello che dovrebbe accadere in futuro in termini di aumento dei ritmi delle vaccinazioni. Facendo un banale calcolo per vaccinare i restanti 58 milioni di italiani, alla media di 100 mila al giorno, impiegheremmo 580 giorni, ovvero quasi due anni. Il Paese, però non può attendere due anni per il ritorno alla normalità. Delle due l’una. O Arcuri ammette il proprio fallimento come Commissario, rassegnando dovute dimissioni, oppure torna sui suoi passi, accogliendo i suggerimenti che da più parti gli giungono, a partire da Forza Italia, e si impegna a rimodulare il Piano vaccini. Di certo non è con le sue note entusiastiche che si risolvono i problemi di una gestione che fa acqua da tutte le parti. È il caso che il presidente Draghi metta la testa sul Piano vaccini e dia un chiaro segnale di discontinuità a partire da una gestione commissariale fallimentare”. Così, in una nota, il deputato di Forza Italia, Sestino Giacomoni, membro del coordinamento di presidenza del partito azzurro.

Sezione: Politica italiana / Data: Gio 25 febbraio 2021 alle 13:45
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print