“Ad oggi ci sono dieci vaccinazioni obbligatorie che i bambini devono fare e non ho mai visto gruppi no vax manifestare contro la vaccinazione per il morbillo, l’epatite B o l’antitetanica, eppure queste malattie non hanno provocato 140.000 morti solo in Italia negli ultimi due anni”. Lo ha dichiarato in un’intervista a iNews24, Agostino Miozzo, ex coordinatore del Cts, che ha poi proseguito: “Ci sono migliaia di bambini che oggi finiscono in ospedale a causa del virus e le terapie intensive dei centri di malattie infettive degli ospedali pediatrici sono al limite dell’esaurimento dei posti-covid disponibili. Non è vero che il virus non ha serie ripercussioni sulla vita sanitaria dei bambini perché ha invece effetti collaterali molto importanti. Questo senza considerare- ha aggiunto- l’effetto devastante sul contesto in cui questi bambini vivono, rischiando di trasmettere il virus ai genitori e ai nonni”. Sull’adozione del Super Green Pass, Miozzo ha poi spiegato: ”Il Super Green Pass è uno strumento importante e decisamente utile, e il fatto che la maggior parte dei Paesi europei lo stia applicando ora mi fa pensare che, evidentemente, non eravamo nell’errore quando l’abbiamo introdotto tempo fa”. Sui no vax e sulle restrizioni relative al Super Green Pass, Miozzo ha poi concluso: “Chi non vuole adeguarsi perché ha delle convinzioni radicali è giusto che ne paghi il prezzo, non fosse altro perché siamo in democrazia e ad oggi il 90% degli italiani ha deciso un percorso che è quello della vaccinazione e questa scelta va rispettata”

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 24 novembre 2021 alle 21:10
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print